Il progetto Maschio per Obbligo conta su una equipe formata da figure con professionalità diverse; ciò consente di affrontare i temi della sessualità, dell’affettività e dell’educazione alla parità di genere attraverso un approccio multidisciplinare e multiprospettico. Maschio per Obbligo è un progetto di Medici per i Diritti Umani  http://www.mediciperidirittiumani.org

 

  • Paolo Sarti

  • pediatra

Vive e lavora a Firenze dove svolge la sua attività di pediatra di famiglia. Ha insegnato alla facoltà di Medicina e alla facoltà di Psicologia dell’Università di Firenze. Consulente della Regione Toscana per l’Educazione Sanitaria, ha curato la formazione del personale degli asili nido del Comune di Firenze. Si occupa in particolare di corsi di accompagnamento alla nascita e di educazione sessuale nelle scuole (nel 2004 ha fondato il progetto Maschio per Obbligo e dal 2016 tiene il corso Strumenti per l’educazione sessuale nelle scuole). Redattore dei periodici Salute e Territorio e UPPA (Un Pediatra Per Amico), è autore di numerosi libri. Fra i più recenti: Neonati maleducati, Gravidanza nascita e infanzia, Sarò padre (Ed. Giunti), Facciamola finita!, Il figlio perfetto (Ed. Mandragora) e La giusta fatica di crescere (Ed. Feltrinelli). Ideatore e organizzatore di congressi internazionali sul tema della nascita, dell’immigrazione e delle problematiche di genere (Contro la violenza alle donne – 2003, Maschio per obbligo – 2005, Anche i padri aspettano un figlio – 2010), tiene incontri di formazione e di sostegno alla genitorialità. È stato presidente dell’associazione umanitaria Medici per i Diritti Umani fino alla sua elezione come Consigliere della Regione Toscana.

 

  • Giulia Borgioli

  • Ricercatrice in Studi di Genere

È laureata in Filosofia Politica all’Università di Firenze con una tesi su multiculturalismo e diritti delle donne. Negli anni dell’Università – anche grazie ad un corso di formazione sulla cultura di genere nelle istituzioni culturali, politiche e sociali – indossa gli “occhiali di genere” e non li lascerà più. Nel 2014 incontra Paolo Sarti e Medici per i Diritti Umani e inizia a collaborare con il progetto “Maschio per Obbligo”. Attualmente è dottoranda presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa con una ricerca sulla salute riproduttiva delle donne migranti in Toscana e collabora con il Centro di Salute Globale della Regione Toscana, dove si occupa di salute delle persone migranti.

 

  • Antonio Branchi

  • Formatore teatrale

È attore, regista e formatore teatrale. Nel 2001 si specializza come operatore ludico/teatrale per l’infanzia e comincia a collaborare con scuole dei Comuni di Firenze, Prato e Carrara in progetti a favore di inclusione e cooperazione. Si occupa di psicomotricità, di laboratori a carattere interculturale e di percorsi di esplorazione emotiva attraverso la metodologia teatrale in istituti scolastici di ogni ordine e grado e con minori a rischio esclusione sociale (Progetto Rewind 2007, Firenze). Come attore e regista si interessa a tematiche di genere: Cosa mia (spettacolo sulla violenza di genere), Maternità n.1 (monologo sui miti della maternità), Stai zitta e va’ in cucina (performance su maschilismo in politica). Nel 2014 si forma con Paolo Sarti su sessualità, affettività e stereotipi di genere e comincia a collaborare con il progetto “Maschio per Obbligo” di Medici per i Diritti Umani.

 

  • Helena Gómez de León Sánchez-Arjona

  • Psicologa

Il secondo cognome è quello della madre, femminista con “Gli Occhiali Viola”. Laureata in Psicologia all’Università di Siviglia e poi specializzata con un Master in Intervento Psicosociale, specifico in “Donne che hanno subito o subiscono violenza da parte dei propri compagni”. La formazione acquisita e l’esperienza professionale nell’ambito della lotta contro la violenza maschilista sia in Italia che in Spagna le hanno permesso di sviluppare competenze nell’ambito della prevenzione (scuole, università, associazioni, cittadinanza) con interventi rivolti principalmente a donne adulte e adolescenti. Nel 2014 incontra Paolo Sarti, professionista sanitario nel campo dell’educazione sessuale, col quale segue un corso di formazione per poi affiancarlo nell’equipe multidisciplinare nel progetto “Maschio Per Obbligo”, promosso da Medici per i Diritti Umani. Attualmente lavora nell’ambito dell’intervento con donne migranti in situazione di grave vulnerabilità (vittime di tratta, violenza maschilista nella coppia).

 

  • Elisa Sensi

  • Educatrice sessuale

Laureata all’Università di Bologna in Documentario Sociale, comincia ad occuparsi di tematiche di genere dopo un Master in “Genere, pluralismo culturale e processi di inclusione per migranti e rifugiate/i” all’Università di Firenze. Nel 2013 consegue la certificazione di Esperta in Educazione Sessuale presso l’Istituto Internazionale di Sessuologia; è iscritta all’Albo FISS (Federazione Italiana Sessuologia Scientifica). Nel 2014 incontra Paolo Sarti, segue il suo corso di formazione e inizia a collaborare con il progetto “Maschio per Obbligo” promosso da Medici per i Diritti Umani. Si occupa di inclusione, promozione della parità di genere, contrasto alla violenza di genere e supporto emotivo in gravidanza, parto e post-parto. Attualmente lavora nell’ambito dell’accoglienza rifugiati e richiedenti asilo presso uno SPRAR del territorio fiorentino.